NASCONDERE QUALCOSA

"Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto" (Calvino)

Piccole soddisfazioni

002 “Nascondere qualcosa” è in ferie 🙂

Il “50mm del lunedì” riprenderà il 29 e la prossima recensione letteraria verrà pubblicata a settembre. Tuttavia, interrompo il silenzio per precisare anche qui qualcosa che è stato scritto solo sul profilo Facebook.

I lettori più attenti si saranno accorti che tra ieri l’altro e oggi il blog ha registrato un numero di visite esagerato (per la mia media, solitamente modesta). Naturalmente ciò mi fa piacere. Ma… cosa è successo esattamente?!

Come sapete a marzo ho vinto un premio letterario organizzato dalla Consulta femminile di Trieste. Il titolo del racconto premiato è “Che più azzurro non si può” e narra ed elabora una passata esperienza (ahimè) autobiografica. (Se non l’avete ancora letto, male, provvedete subito subito! 🙂 )

Immediatamente dopo quell’esperienza, mi ero posta un sacco di domande su di me e sulle donne in generale, sull’autostima, sull’indipendenza, sull’equilibrio, sul perché una donna abbastanza intelligente e matura debba lasciarsi ingannare da un individuo leggero e senza cuore, del perché le donne vogliano vedere in un uomo ciò che non esiste, ecc…

Non ricordo esattamente come, ma cercando in rete questi argomenti mi ero imbattuta in un blog che si chiama “La persona giusta per te“. Il titolo onestamente mi lasciava un po’ perplessa, e il sottotitolo ancora di più (“Scopri come vivere l’amore vero”): temevo fosse un malinconico consesso di cuori infranti che si rivolgono a qualcuno che fornisce loro sghangherati consigli.
Ma cominciando a leggere, mi ero trovata davanti a un blog brillante e serio, curato da una persona schietta e intelligente, Ilaria Cardani, che non teme di parlare in modo chiaro e – se serve – severo, con articoli che centrano il cuore del problema.
Che non è MAI un problema d’amore ricevuto o non ricevuto, giusto sbagliato felice o infelice che sia, ma prima di tutto di chi siamo e di come viviamo la vita (nostra, di nessun altro). Perché se una donna è autonoma serena e veramente padrona di sé, non potrà mai, dico mai, lasciarsi abbindolare. Né da un cretinetti che la illude e la lascia (ed è il caso migliore: qualche lacrimuccia e via) né (molto più grave) da un pazzo geloso potenziale stalker o assassino.
Il blog insegna – a chi vuol imparare… – a riconoscere i segnali, dell’indifferenza come della possessività.
(Questa, signori, è vera prevenzione! Inutile costernarsi per l’episodio di cronaca nera, bisogna far qualcosa prima, e Ilaria Cardani lo fa).

Insomma, mentre facevo il mio percorso per riprendermi, leggevo con gusto anche il blog di Ilaria. Oppure è il contrario? Stavo riprendendomi grazie al blog di Ilaria? Chissà. Le due cose andavano a braccetto.
Fatto è che a questo blog sono rimasta affezionata perché mi ha accompagnata in settimane difficili, da cui sono uscita in fretta e a testa alta.

Per farla breve, scrivo il mio racconto, e quando esce il bando di questo concorso dedicato alla scrittura femminile, partecipo perché lo ritengo adatto. Il racconto vince il primo premio.
Ed è da allora che penso: dovrei ringraziare in qualche modo Ilaria, per il lavoro che fa, per gli articoli che scrive.
Però per correttezza dovevo aspettare che l’antologia venisse stampata. E il tempo passava…

L’altro ieri sera però me ne sono ricordata, e ho scritto un commento sul suo blog, con un link al racconto, per farne dono a Ilaria e a chi la segue.
Ecco, è andata così: Ilaria ha pubblicato il mio commento condividendolo anche sulla sua seguitissima pagina Facebook, ed eccoci… 966 visite nella sola giornata di ieri, tanti commenti sinceri che mi hanno commossa e la sensazione – bellissima, impagabile – che il mio racconto sia stato utile a qualcuno.
Grazie! ❤

Annunci

2 commenti su “Piccole soddisfazioni

  1. Dario Predonzan
    14 agosto 2016

    I tuoi racconti sono stati SEMPRE utili a tutti quelli che li hanno letti.
    Perciò devi continuare: assolutamente!

    • Luisella Pacco
      14 agosto 2016

      E continuerò 😊 Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 agosto 2016 da in SEGNALAZIONI.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Contatti

luisellapacco@yahoo.it

©LuisellaPacco

I testi e le fotografie presenti su questo blog non possono essere utilizzati senza il mio consenso. Grazie.

Visite

  • 47,921 visite

Autori e Traduttori

Aceto Alinei Amodeo Anderson Aprea Avirović Badalucco Bajc Balfe Bassani Battiston Bayard Benni Biamonti Biancheri Bianciardi Bioy-Casares Bo Boer Bonetta Boraschi Bordon Bowen Boye Brontë Bruno Bruscella Buratto Burton Buzzati Cafari Panìco Calda Calderòn Calvino Calzecchi Onesti Cantori Capa Carlotto Carver Cassola Chiereghin Cibotto Clerici Comida Covacich Crispino Cunningham Custerlina d'Erme Damiani DeBenedetti De Lillo dell'Orto Della Rocca De Lucia Dendi De Vecchi DiGregoli Di Leo Doel Doyle Dreiser Duranti Dviri Egidi Eugenides Falkenland Ferrante Ferrero Fiandra Foer Franzen Franzoso Fraulini Gallico Gariglio Garlaschelli Gibbons Ginzburg Giotti Giust Goodman Granato Grignani Grisancich Grossman Guadalupi Hanff Haslett Haushofer Hempel Homes Hopper Hortis Jackson Jenkins Jergović Joyce Kafka Klay Kondo Kristof Labbucci Lacquaniti Lahiri Lasdun Laurenzi Leone Lerner Letizia Lever Lodoli Loewenthal Longo Lovecraft Lubrano Luccio Marchesani Marcoaldi Mariniello Marquez Marsi Martelli Masini Mastro Pulce Maugham Maupassant Mauriac Mazzoli Mc Carthy Means Miele Montale Morandini Morante Moretti Morpurgo Mutis Mélaouah Nadotti Nothomb Oates Oddera Oldani Oneto Ongaro Ordine Otsuka Oz Pagan Pahor Pareschi Parmeggiani Pasolini Pavese Pazzi Penco Pennac Percy Perec Perlain Perroni Piccinini Piccolo Piovene Pittoni Popa Premoli Prenz Princis Pàramo Quarantotti Gambini Ravizzotti Raza Renko Ricci Riccioli Rigutti Rivero Roscia Rosignano Rumiz Saba Sacher Salgari Salvatorelli Santese Selasi Semprun Senardi Shomroni Sidoti Silone Simenon Slataper Smith Solomon Sontag Spirito Stephens Swift Szymborska Talon Tišma Todisco Togneri Toole Urdih-Merkù Valera Venturi Vercors Vida Villalta Visintin Vitali Norsa Vogelmann Wadia Wenders Wiesel Woolf Wulz Würth Yates Yehoshua Zamjàtin Zetto Cassano Zeuli
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: