NASCONDERE QUALCOSA

"Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto" (Calvino)

Settembre 2014: Chiocciola

Chiocciola

Tra poco verranno a dirmi di rientrare, ché di sera rinfresca.
Verranno a dirmelo con la voce di zucchero che si usa coi vecchi, col tono alto che si usa coi sordi. Verranno a prendermi per il polso, per accompagnarmi dove non voglio. Si cena tutti insieme, poi si va nelle stanze.

Su su, è ora.

Ma questo è il mio giardino, ogni mattina lo riconosco. Lo annuso, mi bagno le mani carezzando la rugiada. Cammino, mi sporco le scarpe. Forse la notte scorsa è piovuto? Ma oggi è bello, il sole pende come un’arancia dai rami, e le stagioni mi cadono tutte sul viso.
Sì, questo è il giardino della nostra casa, col laghetto dove sono caduto, con i fiori che ho colto, e gli alberi che ho tanto amato. Mio, mio come tutte le cose perdute, che più sono perdute e più mi appartengono, mio come il mio cuore, come il mio piede. Miei gli infiniti verdi. Mie le nuvole.
Mi rimbalza accanto un pallone che io stesso ho calciato da laggiù, tanti anni fa, eppure rimbalza qui, a me, ora. Potrei raccoglierlo se volessi. Potrei guardare me stesso negli occhi. Eccomi bambino, in braghe corte, il ginocchio sempre sbucciato e la guancia piena di pane, quel pane nuovo, così bianco e gustoso, portato dagli americani. Eccomi dispettoso, disteso a terra. Muovo il filo d’erba per tormentare la chiocciola. Ma lei non si scompone. È forte e beata, più beata di qualunque uomo, perché sta dentro la sua casa che nessuno le porterà mai via.
Verranno a dirmi che devo rientrare.
Spesso rifiuto, e dico che preferirei stare qui fuori a godermi la notte, a vedere la luna che non conosco più. A dormire sotto un lenzuolo, la tenda degli indiani.
Se faccio resistenza, diventano sgarbati.
Ma cosa guarda ché lì non c’è niente?
C’è il mio giardino, rispondo, c’è la mia casa che nessuno mi porterà mai via.
Allora ridono e dicono che per tutto il giorno ho fissato il muro di cemento che chiude il nostro piccolo cortile.
Dicono, ma io non ci credo.

elle.pi

Annunci

Un commento su “Settembre 2014: Chiocciola

  1. marisa
    7 ottobre 2014

    Infinitamente dolce, infinitamente triste e crudelmente vero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 agosto 2014 da in KONRAD: 50mm 2014.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Contatti

luisellapacco@yahoo.it

©LuisellaPacco

I testi e le fotografie presenti su questo blog non possono essere utilizzati senza il mio consenso. Grazie.

Visite

  • 42,805 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: