NASCONDERE QUALCOSA

"Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto" (Calvino)

Marzo 2009 LA COLLANA “IL NUOVO TIMAVO”

Il Timavo, lo sappiamo tutti, è un fiume strano.

Scompare, cadendo nella terra. Lo immagino tintinnare, giù, sempre più giù, come una moneta caduta in un tombino dalle mani di un uomo distratto che andava a comprare il giornale.

Ma sappiamo anche che ad un certo punto riappare, dopo aver vagabondato in solitudine, nelle viscere della Terra, per il tempo che gli era necessario – il tempo che servirebbe a tutti, per starsene un po’ in pace, al buio, in silenzio. E quell’acqua, che risorge innocente e cristallina, chissà quanti misteri reca con sé.

Non poteva esserci nome più adatto per una collana dedicata alla poesia.

Perché la poesia è proprio come questo fiume. È una cosa che scompare e riappare nella nostra vita.

Non si può vivere costantemente in sua compagnia: si diventerebbe sciocchi, fragili, inconcludenti. Ma non si può nemmeno vivere senza avvicinarla mai: si sarebbe miseri, gelidi, spietati.

La poesia è quel percorso segreto, quella pausa, che ci rende tutti come il fiume misterioso, che ci fa tuffare nel buio e riemergere migliori, portatori di un segreto di felicità.

La poesia è il momento pensoso e limpido che può (se siamo abbastanza disponibili) persino salvarci, in un mondo in cui niente sembra più in grado di farlo.

La Collana Il Nuovo Timavo è nata nel 2006 per merito della Hammerle Editori, per ricordare l’attività di Marcello Fraulini.

Personaggio unico del mondo culturale triestino, Fraulini seppe riunire attorno a sé per decenni moltissimi artisti, nella Società Artistico Letteraria, fondata nel 1945.

La Collana a cui Fraulini diede vita, Il Timavo, accoglieva le più autorevoli voci della poesia giuliana di allora, ma anche quella degli “emergenti”.

Fedele a questo comandamento, la Collana Il Nuovo Timavo ha fatto sua quella missione, creando uno spazio dove, oggi come ieri, le voci già note si fondono con quelle di autori sconosciuti.

E se è vero che dei libri si gode anche la materialità, vi dirò pure che i libretti della collana sono deliziosi. La linea sobria, le copertine dai colori soffici, i carezzevoli ritratti che la pittrice Elsa Gant ha dedicato agli autori, la grana della carta, ogni cosa li rende anche fisicamente amabili.

Ma, si sa, poesia e bellezza sono obiettivi nobili, ma anche difficili e rischiosi.

Gli editori vanno in rosso persino con i poeti più noti. La poesia non vende milioni di copie (nella gran parte dei casi non arriva nemmeno a tirature a tre cifre), la poesia non cattura pubblico, la poesia difficilmente fa parlare di sé.

Negletta e spesso derisa, non le viene – non oggi almeno – riservato alcun posto d’onore. Ammesso che trovi un posto a sedere, la poesia siederà in ultima fila, invisibile e taciturna.

Se fosse una donna, sarebbe di quelle così discrete da sembrare bruttine, quelle di cui si comprende il fascino speciale solo dopo che si è avuto modo di conoscerle lentamente. Ma per conoscere lentamente, occorre sensibilità, forza d’animo, pazienza: l’attesa è un talento che poche persone (e pochi lettori) hanno.

Non sembra essere più il tempo per gli amori lenti, né per la poesia.

Proprio per questo, per la sua sfacciata e fiera discordanza col resto del mondo, ogni libro di versi è tanto più prezioso ed eroico. È un gesto muto in un mondo di rumori, un placido sottovoce in un mondo di strilli.

La Collana, in questi pochissimi anni, è arrivata a diciotto volumetti, e davvero non è poco.

Diciotto gesti di coraggio, diciotto voci, quelle di Vasko Popa (in un amorevole e postumo omaggio – fuori collana), Juan Octavio Prenz, Ezio Giust, Antonio Della Rocca, Clara Marsi, Maura Sacher, Claudia Raza, Carla Carloni Mocavero, Erika Mattea Vida, Riccardo Luccio, Mario Rigutti, Marina Moretti, Caterina Perlain, Alda Guadalupi, Alberto Princis, Sergio Penco, Luciano Morandini, Giacomo Renko.

 

Luisella Pacco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 agosto 2012 da in KONRAD Recensioni 2009 con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Contatti

luisellapacco@yahoo.it

©LuisellaPacco

I testi e le fotografie presenti su questo blog non possono essere utilizzati senza il mio consenso. Grazie.

Visite

  • 41,541 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: